La storia

Il primo Stato vietnamita nacque tra il IV e il II secolo a.C. attorno al Golfo del Tonchino chiamato il leggendario regno di Au Lac. Nel 221 a.C. venne conquistato dai cinesi. Il paese riprese l'autonomia all'inizio del X secolo sotto la guida di Khuc Hao, seguito da Khuc Thua Du. Nel 938 l'imperatore Ngo Quyen, grande condottiero e stratega militare, sconfisse i cinesi nella lotta del fiume Bach Dang e fondando il Dai-Co-Viet.
Lo Stato vietnamita fece da barriera alla spinta dei cinesi da nord e si espanse verso sud a danno del Champa, e del Siam. Nel 1471 il Vietnam sconfigge definitivamente i regni dei Cham, conquista il loro territorio (l'odierno Vietnam Centrale).
A metà del XIX secolo la invasione della Francia diede praticamente fine a qualsiasi tipo di autonomia del Vietnam.
Durante la seconda guerra mondiale il Vietnam fu invaso dall'Impero giapponese. L'unica forza politica interna al paese in grado di contrastare l'occupazione fu quella guidata dal leader comunista-nazionalista Ho Chi Minh, il quale, alla fine della guerra, proclamò l'indipendenza del paese e dichiarò nullo il trattato di protettorato siglato nel 1883 con la Francia. La Francia intervenne militarmente nel tentativo di ristabilire il suo controllo sul paese con la Guerra d'Indocina, ma nel 1954 fu sconfitta, prima potenza coloniale della storia, da un esercito asiatico nella battaglia di Dien Bien Phu.
L'esito della Guerra d'Indocina fu la Conferenza di Ginevra (1954), in cui il territorio vietnamita fu temporaneamente diviso in due sfere di influenza: il Vietnam del Nord (Tonchino e Annam settentrionale) ai comunisti di Ho Chi Minh; il Vietnam del Sud (Cocincina e Annam meridionale) al leader cattolico anticomunista Ngo Dinh Diem. In base all'accordo di Ginevra il Vietnam doveva rimanere uno ed indivisibile con governo eletto tramite elezioni democratiche nel 1956. Tra le potenze mondiali, la Cina e l'Unione Sovietica si schierarono con il Nord mentre gli Stati Uniti appoggiarono il Sud.
Gli accordi di pace di Parigi del 27 gennaio 1973 riconobbero la sovranità di entrambi gli stati. Le truppe americane lasciarono il Vietnam il 29 marzo 1973. In assenza degli americani ebbero buon gioco russi e cinesi che incrementarono il loro sostegno al Vietnam del Nord il quale, nel 1975, attaccò il Vietnam del Sud. Saigon cadde nell'aprile 1975, riunificò il Vietnam.
 

Di seguito una lista delle destinazioni da scoprire