La storia

Il primo regno a sorgere nell'area indocinese fu il regno del Funan, presso il Delta del Mekong; la sua capitale è stata ritenuta per molto tempo ad Oc Eo. Il regno doveva la sua prosperità al commercio e alla sua posizione nodale per il commercio via mare tra India e Cina. È proprio grazie al commercio con l'India che si deve la diffusione dell'arte e della religione indiana nel regno e probabilmente delle tecniche di irrigazione indiane.
Nell'VIII secolo le dispute tra fazione interne alla corte portarono alla scissione del regno in Alto e Basso Chen La; quest'ultimo subì un costante periodo di instabilità, il re fu ucciso da un monarca di Giava e dal seguente conflitto ascese al trono Jayavarman II, che segnò la fine della sottomissione degli khmer da parte di Java e la nascita di uno stato khmer leggendario conosciuto allora come "Angkor".
La dominazione francese inizia nel 1863. Per i successivi 90 anni la Cambogia fu praticamente sotto il controllo della Francia che, tuttavia, mantenne indisturbati il Buddhismo, le istituzioni, tra cui la monarchia, e i ritmi della vita rurale e inoltre sviluppò gradualmente una pubblica amministrazione sulla traccia di quella francese. L'amministrazione francese trascurò l'educazione, ma in compenso costruì strade, ponti, strutture portuali e altre opere pubbliche; inoltre restaurarono il complesso di Angkor e ne decifrarono le scritture.
Il partito dei Khmer Rossi è associato al genocidio cambogiano avvenuto tra il 1975 e il 1979, che avrebbe causato la morte di circa 2,5 milioni di persone attraverso carestia, lavori forzati ed esecuzioni. Fu uno dei regimi più violenti del XX secolo ed è a oggi il regime con la più alta percentuale tra popolazione e numero di morti. La regime Khmer Rossi si è conclusa con l'aiuto dell'esercito volontario del Vietnam.
 

Di seguito una lista delle destinazioni da scoprire