La storia

Nel XIV secolo, il principe Fa Ngum di Mueang Sua unificò i principati laotiani e fu incoronato nel 1354 sovrano di Lan Xang (letteralmente: un milione di elefanti), il primo grande regno laotiano. Nei primi 20 anni di regno, Fa Ngum espanse i suoi territori nelle regioni del Champa, l’odierno Vietnam e nell'Isan, l'odierna Thailandia del Nordest. In questo periodo il Buddhismo Theravada diventò tra l’altro, religione ufficiosa di Stato. Dopo il XX secolo, il regno iniziò il suo declino: venne smembrato e annesso ai potenti stati che lo circondavano: Cina, Vietnam e Siam.
Nel 1893, i laotiani accolsero favorevolmente l'esito del conflitto franco-siamese che vide il paese, nuovamente unito e sottratto definitivamente al dominio del Siam, divenire parte dell'Indocina Francese. Sotto la guida del viceconsole Auguste Pavie e del re Sisavang Vong, che regnò dal 1904 (inizialmente sulla sola Provincia di Luang Prabang), il Paese guadagnò una certa stabilità ed ottenne un miglioramento delle condizioni di vita della popolazione. I francesi non diedero grande importanza al Laos, che fu sostanzialmente usato come Stato cuscinetto tra i propri territori e quelli controllati dai britannici. Nel 1947, ancora sotto l’influenza francese, il Laos divenne una monarchia costituzionale. È in questi anni che si costituì il partito comunista di ispirazione vietnamita Pathet Lao, fondato dal principe rosso Souphanouvong, figlio del viceré di Luang Prabang. All’inizio degli anni ’50 il Pathet Lao si schierò contro la monarchia, dando inizio a una serie di rivolte. Nel ’53 la Francia si ritirò dall’Indocina , ma solo nel ’75 il Pathet Lao prenderà il potere proclamando la nascita della Repubblica Democratica Popolare del Laos. Il re Savang Vatthana e parte della sua famiglia (la moglie e due dei suoi 5 figli) verranno imprigionati nelle miniere del nordest.
Tra gli anni ’60 e ’70 il Laos fu coinvolto nella guerra del Vietnam a causa della sua posizione strategica, attraversato da piste che i vietnamiti utilizzavano per il rifornimento di armi: il famoso sentiero di Ho Chi Min fu oggetto di bombardamenti “segreti” da parte degli Usa.
Dal 1992 il Paese si è aperto al turismo e nel 1994, grazie a finanziamenti australiani, è stato costruito il primo ponte sul Mekong (il Ponte dell’Amicizia) che unisce Laos e Thailandia .

 

Di seguito una lista delle destinazioni da scoprire